Itinerario della cipolla rossa

Itinerario della cipolla rossa

Siamo sulla Costa degli Dei, Capo Vaticano si trova nel territorio di Ricadi, un piccolo centro ordinato, caratterizzato dai rigogliosi orti; vi sono pure palazzi settecenteschi e, poco fuori del paee, i resti di una necropoli bizantina, mentre in contrada Bagheria è recente il ritrovamenti di un’altra necropoli, costituita da tombe a “grotticella”, risalente al XVI-XVII sec. a.C.
La grande attrattiva turistica rimane , comunque, il centro balneare di Capo Vaticano: un promontorio roccioso sulle acque limpide del Tirreno, dove la leggenda vuole che antichi indovini formulassero vaticini ai viaggiatori che stavano per avvicinarsi ai mostri mitologici, Scilla e Cariddi.

Tra storia, arte e spiagge dalla sabbia finissima, a 70 m. sul livello del mare, sorge Tropea, centro propulsore dell’intera zona. Già esistente ai tempi di Roma imperiale, sviluppatasi con i Normanni e, ancor di più con gli Aragonesi, grazie all’ottima posizione, ebbe una flotta navale per i commerci con i paesi del mediterraneo. Ricca di palazzi barocchi, dai notevoli portali, Tropea ha una cattedrale, risalente al XI-XII sec., dedicata alla Madonna di Romania, patrona della città, collegata al palazzo vescovile da un porticato in pietra del XIV sec. Numerose e interessanti chiese, come quella di San Francesco d’Assisi, che presenta la cappella gotica di Santa Maria del Carmine e quella dell’Annunziata, ricca di affreschi del 1300, di grande suggestione, infine, la celebre chiesa di Santa Maria dell’Isola, sita su una rupe che come un’isola sorge nel mare di fronte alla città.

Altro centro da visitare è Pizzo Calabro, veduta panoramica, castello e “Tartufo di Pizzo” rinomato gelato da gustare seduti in piazza tra decine di gelaterie.